Giovedì il maltempo si sposterà verso le regioni meridionali

Forti temporali sulle regioni tirreniche. Venerdì piogge abbondanti e insistenti al Nord

| Redatto da Anna Maria Girelli Consolaro e Flavio Galbiati

Dopo il definitivo allontanamento verso la penisola balcanica della perturbazione responsabile del maltempo degli ultimi giorni, vivremo una domenica nel complesso tranquilla. Nei primi giorni della settimana la circolazione atmosferica sul Mediterraneo si modificherà in maniera sostanziale: le correnti si disporranno da sud e l’afflusso di masse d’aria decisamente miti provenienti dal Nord Africa riporteranno le temperature al di sopra della norma, in modo più sensibile al Centro Sud e nelle Isole. Se da un lato il clima risulterà insolitamente tiepido per il periodo, particolarmente sulle regioni peninsulari e insulari, dall’altro, la risalita di correnti molto umide sciroccali riproporranno un tempo di stampo autunnale; vi saranno infatti occasioni per nuove precipitazioni, inizialmente al Nord-Ovest ma con successivo graduale coinvolgimento da metà settimana anche del resto d’Italia. La neve sulle Alpi cadrà solo al di sopra dei 1500-2000 m di quota.

Le previsioni per le prossime ore

Giovedì il maltempo si sposterà verso le regioni meridionali | NEWS METEO.IT

Foto Istock/Getty Images

Nella giornata di martedì il Mar Mediterraneo e la nostra Penisola saranno percorsi da venti meridionali a tutte le quote con venti da tesi a forti di Scirocco sui mari che circondano l’Italia. Questi venti determineranno un ulteriore rialzo delle temperature che si porteranno dappertutto su valori decisamente oltre la norma. Per quanto riguarda le condizioni meteo, martedì il cielo sarà nuvoloso soprattutto al Nord: saranno probabili deboli precipitazioni sparse sulle regioni di Nord-Est, sul nord-ovest della Toscana e sull’ovest dell’Emilia, mentre piogge diffuse interesseranno Liguria centrale, nord ed est del Piemonte e Lombardia occidentale. Nella seconda parte della giornata possibilità di precipitazioni abbondanti e anche temporalesche su Liguria centrale e Piemonte settentrionale. La neve cadrà solo sopra i 1600-2000 metri sulle Alpi. Anche nella giornata di mercoledì l’Italia sarà investita da intense correnti sciroccali, con cielo coperto e piogge insistenti al Nord-Ovest con quota neve oltre 1800 metri. Rovesci e possibili temporali in Sardegna, piogge sparse in Sicilia, Calabria e Friuli Venezia Giulia. Altrove cielo parzialmente nuvoloso, con temperature che si manterranno quasi ovunque ben oltre le medie stagionali. Successivamente l’area di bassa pressione responsabile della fase di venti meridionali di inizio settimana tenderà giovedì a spostarsi verso le nostre regioni meridionali determinando un aumento dell’instabilità al Sud, nelle Isole e nel Lazio, con piogge e la possibilità di temporali nelle zone tirreniche. Sarà un’altra giornata con cielo molto nuvoloso al Nord, dove non mancheranno piogge, specie al Nord-Ovest e in Friuli. Proprio sulle regioni settentrionali, i dati ad oggi disponibili indicano la possibilità di una fase di piogge forti e insistenti nella giornata di venerdì. Si tratta di una tendenza, questa, da confermare. Seguite i prossimi aggiornamenti.

Giovedì il maltempo si sposterà verso le regioni meridionali | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette